L’Università Luiss “Guido Carli” rappresenta una delle università italiane più attrattive all’estero. INDiplomacy ha realizzato una serie di interviste a studenti internazionali che frequentano la Luiss, per conoscere la loro esperienza di studio e di vita in Italia.

Fernando Gimo Simango, studente alla Luiss
Fernando Gimo Simango, studente alla Luiss

La prima intervista della serie è con Fernando Gimo Simango, studente approdato alla Luiss dal Mozambico. Fernando sta seguendo la laurea Triennale in Politics, Philosophy and Economics.

Cosa ti ha portato a scegliere l’Italia e la Luiss per i tuoi studi?

Ho scelto di venire in Italia e di studiare alla Luiss proprio per il corso triennale che sto seguendo. Volevo studiare economia e allo stesso tempo volevo studiare come la politica influenza le nostre società e come possiamo risolvere i problemi di giustizia sociale. Il corso triennale che sto intraprendendo ora in Politics, Philosophy and Economics mi sta dando gli strumenti e le conoscenze necessarie per questo. Inoltre, volevo incontrare nuove persone e conoscere meglio la comunità italiana nel suo complesso… la Luiss è il posto perfetto per scoprire culture diverse. Come forse saprete, Luiss è un’università internazionale, con un ambiente internazionale. Se verrete alla Luiss, non rimarrete delusi. Incontrerete persone provenienti da Africa, Asia, America ed Europa.

Come è stato trasferirti a Roma?

Questa è una bella domanda, perché ho dovuto lasciare la mia famiglia e i miei parenti, inclusi i miei amici, per venire qui in Italia. Da studente internazionale, ho dovuto affrontare diverse sfide, visto che era la mia prima volta in Italia e a Roma. Mi sono dovuto confrontare con barriere culturali, con la cucina italiana… non sapevo di dover mangiare pasta tutti i giorni, e anche la pizza…ora lo so (ride, ndr). È una cosa positiva, molto positiva. Ho dovuto anche affrontare la sfida della lingua italiana. Anche questa è stata una sfida in senso positivo, perché ho imparato una lingua diversa, e in poche settimane sono stato in grado di imparare quantomeno le basi.

Luiss University Ferndando Gimo Simango

Ti sei sentito accolto in Italia?

Quando sono arrivato in Italia per la prima volta nel 2019 mi sono sentito accolto. L’università mi ha aiutato a trovare una stanza, e a orientarmi nel sistema educativo italiano, a capire come funziona. Mi hanno anche aiutato a richiedere il permesso di soggiorno, che è estremamente importante per gli studenti internazionali. Mi sono sentito davvero il benvenuto all’Università, e non ho avuto particolari difficoltà a adattarmi, eccetto forse il dover imparare la lingua. Ma in ogni caso, non dovete preoccuparvi troppo: una parte degli italiani parla l’inglese.

Che obiettivi hai per il futuro? Pensi che ti fermerai in Italia?

È una bella domanda, visto che sono all’ultimo anno della triennale. Il mio primo obiettivo a breve termine è proseguire gli studi, ottenere un master e forse un dottorato. Il mio secondo obiettivo a breve termine è lavorare per le Nazioni Unite. Mi piacerebbe davvero diventare un diplomatico e lavorare per l’ONU. Sul lungo termine, invece, il mio obiettivo è quello di aprire una ONG e aiutare persone vulnerabili. Spero di riuscirci, con il tempo.

Pensi che studiare alla Luiss farà la differenza nella tua futura carriera, e se sì, perché?

Luiss University Fernando Gimo Simango

Assolutamente sì. Non direi nemmeno che farà la differenza in futuro: la sta già facendo adesso. Per esempio, gli studenti hanno un sacco di opportunità per quanto riguarda i tirocini, e questo mi ha permesso di incontrare e conoscere tante aziende.

Cosa consiglieresti ad un altro studente che sta pensando di venire a studiare qui?

Se sei uno studente internazionale e vuoi studiare alla Luiss, il mio consiglio è quello di preparare la domanda di ammissione in anticipo, e di renderla unica, in modo da convincere più facilmente la commissione esaminatrice ad ammetterti.

Ciao Luiss!

L’intervista completa può essere vista sul canale YouTube di INDiplomacy, in lingua inglese. Sono disponibili i sottotitoli in italiano.