L’ambasciata italiana in Thailandia e ASEAN hanno organizzato a Bangkok un seminario su temi legati alla sostenibilità 


Il Forum organizzato da Italia e Asean

Lo scorso 29 marzo, l’Ambasciata d’Italia in Thailandia ha organizzato un forum, in collaborazione con l’Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico  (ASEAN) dedicato a consumo e produzione sostenibili, spreco alimentare, economia circolare e sviluppo. 

Il ForumSustainable Production and consumption, Best Practices and Ideas from Italy and ASEAN” moderato da Nattavud Pimpa, Chair in sostenibilità presso la Mahidol University di Bangkok, è stato introdotto da Gabriella Biondi, Direttrice Centrale per i Paesi dell’Asia e il Pacifico della Farnesina, e Usana Berananda, Direttrice Generale del Dipartimento ASEAN del Ministero degli Affari Esteri della Thailandia.  

Berananda, nel suo intervento, ha ricordato il modello Bio-Circular and Green (BCG) thailandese, modello nazionale di sostenibilità, fondato sulla “sufficiency economy philosophy” coniata da re Rama IX dopo la crisi finanziaria del 1997. 

I paesi membri dell'ASEAN
I paesi membri dell’ASEAN

L’evento ha affrontato temi come: la riduzione dello spreco alimentare, la sensibilizzazione all’adozione di nuovi paradigmi di consumo e produttivi presso studenti delle università e delle scuole e le produzioni sostenibili di aziende innovative. Infine, un gruppo di ricercatori indonesiani ha presentato uno studio sulla trasformazione delle modalità di consumo dei giovani in alcuni Paesi dell’organizzazione.

L’Ambasciatore d’Italia a Bangkok, Lorenzo Galanti, in chiusura dell’evento, ha sottolineato come gli interventi e le testimonianze hanno fatto emergere il ruolo chiave del settore privato non solo nell’identificazione delle opportunità e delle tecnologie innovative per affrontare il tema degli sprechi ma anche nel contribuire, insieme alle organizzazioni della società civile, alla creazione di un mercato consapevole. 

L'ambasciatore italiano in Thailandia, Lorenzo Galanti
L’ambasciatore italiano in Thailandia, Lorenzo Galanti

Secondo l’Associazione Italia-Asean, che si prefigge l’obiettivo di promuovere rapporti più stretti tra l’Italia e i paesi del sud-est asiatico, “oggi l’interscambio tra l’Italia e le economie dei Paesi ASEAN è molto basso”.

Eppure, sono tante le “storie di successo imprenditoriale legate alla presenza di aziende italiane nei paesi dell’ASEAN”. Affinché la presenza dell’Italia possa essere sempre più incisiva e costante, dunque, serve una maggiore e meglio coordinata presenza delle istituzioni italiane, ed uno spirito di iniziativa che l’ambasciata ha dimostrato con l’evento della scorsa settimana.