L’Istituto Italiano di Cultura di Dakar, in Senegal, partecipa alla terza edizione di Dakar Music Expo (DMX), in programma dal 3 al 6 febbraio 2022, in cui vengono celebrate la musica e la creatività africana.   

senegal dmx
Dakar Music Expo 2022

L’evento finale della manifestazione si terrà domenica 6 febbraio nella sede dell’Istituto Italiano; mentre le iniziative dei primi tre giorni si svolgeranno all’Istituto Francese

Dakar Music Expo è la principale piattaforma musicale dell’Africa Occidentale: un evento unico dedicato alla musica, all’arte e alla cultura per esportare oltre i confini nazionali la creatività africana e senegalese. Quella del 2022 è la terza edizione di Dakar Music Expo. Gli organizzatori hanno scelto per quest’anno il motto “Dakar goes global”. La rassegna sarà infatti bilingue, in modo tale da aprire il mercato senegalese musicale al mondo anglofono. 

La rassegna è diretta da Doudou Sarr, imprenditore culturale, direttore artistico e agente di artisti di fama internazionale come Youssou N’dour.

Dakar Music Expo 2022, Senegal

In programma workshop, masterclass e panel che hanno l’obiettivo di favorire lo scambio di esperienze e contribuire alla crescita professionale della nuova generazione di artisti e professionisti del settore musicale in Africa. 

Una selezione di showcase e concerti fortemente incentrata su nuove proposte creative completa il palinsesto, offrendo una visione sulle grandi potenzialità della musica africana contemporanea. Tutto il programma è disponibile sul sito di Dakar Music Expo 2022. 

Fra le iniziative, la presentazione (il 5 febbraio) del set di Khalab (nome d’arte di Raffaele Costantino), giornalista, esperto musicale, uno dei massimi esponenti della corrente afrofuturista. In particolare, sarà presentato il suo progetto “Laamb”, commissionato dall’Istituto Italiano ed ideato insieme alla giornalista Megan Iacobini De Fazio. Un progetto che celebra il dialogo tra culture e creatività, linguaggi contemporanei e tradizione, Italia e Senegal. 

Raffaele Costantino, in arte Khalab
Raffaele Costantino, in arte Khalab

“Laamb” è dedicato a un racconto personale e originale della lotta tradizionale Senegalese: una delle forme di lotta più antiche del continente, un rito, uno spettacolo e uno sport praticato da molti e seguito da milioni di persone.  Khalab svolgerà un lavoro di field recording per catturare i rumori e le voci degli atleti che si allenano nelle palestre e sulle spiagge, le percussioni e i canti cerimoniali prima degli incontri. Collaborerà inoltre con musicisti senegalesi per tessere le trame ritmiche con cui intrecciare il lavoro di registrazione sul campo. Una volta rientrato in Italia, Khalab rielaborerà e sintetizzerà il materiale per creare un prodotto artistico finale.