di Leonardo Brembilla

Infallibile come il sole che sorge al mattino o il traffico cittadino delle cinque di pomeriggio, anche nel 2021 il Festival di Sanremo è iniziato.

sanremo-2021
I conduttori Amadeus e Fiorello con l’ospite d’eccezione Zlatan Ibrahimovic

Un’edizione unica, quella di quest’anno, costretta ad adattarsi come tutti noi alle restrizioni imposte dalla pandemia: niente pubblico ad occupare le poltroncine rosse del Teatro Ariston, artisti e addetti ai lavori obbligati a rispettare stringenti misure di sicurezza. Questo è il contesto in cui ogni sera, fino al prossimo sabato 6 marzo, cantanti affermati e nuove proposte si sfideranno sul palco, sotto la conduzione navigata di Amadeus e Fiorello.

Amato, odiato, elogiato e discusso: di certo, al Festival di Sanremo è difficile rimanere indifferenti. Lo sanno bene gli italiani, anche quelli che per scelta o necessità non lo seguono: per giorni non si parla d’altro, in televisione come sui social o sui giornali.

rai international
Il logo di Rai International, ora Rai Italia

Quello che molti ignorano, invece, è che il Festival varca anche i confini del Bel Paese, contribuendo a portare nel mondo un assaggio di italianità. Lo fa grazie a Rai Italia, il canale della Rai dedicato agli italiani nel mondo. Visibile in America, Africa, Asia e Australia, Rai Italia propone a oltre 20 milioni di italiani che vivono all’estero repliche e programmi dedicati, rappresentando per molti, soprattutto coloro che sono cresciuti in Italia, un modo per mantenere vivo il legame con le proprie origini.

Il Festival di Sanremo viene seguito da “L’Italia con voi”, programma che va in onda quotidianamente. Dal Teatro delle Vittorie di Roma, durante le pause della diretta di Rai Uno, i conduttori Monica Marangoni e Stefano Palatresi accolgono in studio ospiti famosi, si collegano con il Teatro Ariston e con italiani all’estero, commentando in diretta ciò che accade sul palco.

italia con voi
I conduttori di “L’Italia con voi”, Monica Marangoni e Stefano Palatresi

Del resto, il Festival ha sempre affascinato anche fuori dall’Italia, contribuendo ad esportare la musica italiana nel mondo e ispirando imitazioni più o meno riuscite: dal famoso e seguitissimo Eurovision Song Contest, l’evento non sportivo più visto al mondo, a spin-off meno conosciuti in Norvegia, Spagna e Cile, fino ad eventi tra il folkloristico e la parodia come Shanremo, il Festival della Musica italiana a Shangai.

Insomma, Sanremo conferma ancora una volta che la creatività italiana quantomeno non passa inosservata.