Lo scorso 3 luglio ha preso il via ad Ekaterinburg, il Festival italiano in Russia, organizzato annualmente da ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo con il supporto dell’Ambasciata d’Italia a Mosca e già diventato tradizione per i cittadini russi. Il Festival, della durata di due giorni, si è tenuto sulla piazza di fronte al famoso Eltsin Center

italia
La locandina del Festival Italiano in Russia, ad Ekaterinburg

Gli ospiti del festival hanno avuto un assaggio del ricco patrimonio culturale d’Italia senza doversi allontanare da casa. L’evento prevedeva un ricco programma di eventi musicali e teatrali, laboratori creativi per tutta la famiglia, un food market con la cucina tradizionale delle varie regioni italiane, lezioni di lingua italiana con madrelingua, animazione per i più piccoli. Il tutto accompagnato da esibizioni e musica italiana.

La Cerimonia di inaugurazione del Festival ha visto la partecipazione dell’Ambasciatore d’Italia in Russia Pasquale Terracciano, del Presidente dell’ENIT Giorgio Palmucci, del Presidente di ICE Carlo Ferro, del Console Onorario d’Italia a Ekaterinburg Roberto D’Agostino e del Sindaco di Ekaterinburg, Alexei Orlov.

Il Festival ha inoltre offerto l’occasione per inaugurare Innoprom 2021, fiera internazionale dell’industria e dell’innovazione di cui l’Italia è divenuta quest’anno ospite d’onore, la prima volta per un paese europeo. La Fiera, in programma dal 5 all’8 luglio presso il Centro espositivo internazionale Ekaterinburg Expo, è considerata uno dei principali eventi mondiali del settore.

logo innoprom

La partecipazione italiana include una nutrita delegazione composta – come si legge su Russia Beyond – da “oltre 50 imprese specializzate nei settori energia, ambiente, aerospazio, automotive, meccanica, fonderia ed engineering, e più di 10 start-up attive nel settore innovazione, tutte caratterizzate da elevatissime capacità tecnologiche”. 

Obiettivo della delegazione italiana è quello di “avviare nuove collaborazioni commerciali con la Russia proprio in quegli ambiti dove il know-how e l’esperienza tricolore possono favorire la transizione green, tecnologica e digitale”. Questo in linea con i dati che confermano il solido legame commerciale tra Italia e Russia, a discapito delle difficoltà che la pandemia ha creato al commercio.

A inaugurare il Padiglione Italiano è giunto a Ekaterinburg il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, che ha inoltre dato il via, assieme al primo ministro russo Mikhail Mishustin e al ministro dell’industria e del commercio Denis Manturov al Business Forum Italia-Russia, un importante spazio per il dialogo tra istituzioni e attori economici dei due paesi.

Il Ministro Giancarlo Giorgetti in visita ad Innoprom 2021, in Russia
Il Ministro Giancarlo Giorgetti in visita ad Innoprom 2021

Infine, diversi eventi culturali organizzati in collaborazione con l’Ambasciata Italiana e con l’Istituto Italiano di Cultura di Mosca accompagneranno Innoprom 2021. Mostre, proiezioni cinematografiche, spettacoli di strada, percorsi eno-gastronomici e concerti celebreranno la cultura italiana e la lunga tradizione di scambio culturale tra il popolo russo e quello italiano. Tra questi, la mostra “Leonardo Da Vinci: Uomo Universale”, allestita al Centro Eltsin, renderà accessibili per la prima volta al pubblico di Ekaterinburg i disegni originali dell’inventore italiano e i modelli di alcune delle sue più celebri invenzioni.