Italia
Gli Azzurri alzano la coppa di fronte ai tifosi dopo la vittoria

L’Italia trionfa a Wembley nella notte decisiva per gli Europei 2020. Dopo 53 anni, la coppa torna a Roma con gli azzurri, che battono i padroni di casa ai calci di rigore: nonostante il gol di Shaw a due minuti dall’inizio, Bonucci riesce a portare i suoi in partita con un tiro a segno che fa ben sperare per l’Italia.

download 15
Gianluigi Donnarumma saluta i tifosi dopo essere arrivato a Roma

La nazionale del ct Roberto Mancini ha dato prova di essere un gruppo incredibile e unito giocando il calcio più bello di questi Europei. Il portiere azzurro Gianluigi Donnarumma – che a 22 anni ha già collezionato 33 presenze – è stato il protagonista indiscusso di questa nazionale: l’Italia non ha subito gol nella fase a gironi, incassandone uno solo agli ottavi contro l’Austria. Parando due rigori all’Inghilterra e regalando il trionfo agli Azzurri, Donnarumma è stato eletto Miglior Giocatore del Torneo di EURO 2020.

E6DQcB6XsAQXSB  1
Il ct della nazionale Roberto Mancini solleva la coppa dopo la vittoria dell’Italia agli Europei 2020

La vittoria dell’Italia a Londra è una grande rivincita, cancella l’amaro della finale della Coppa dei Campioni del ’92, persa contro il Barcellona sempre a Wembley. “Siamo stati bravi, abbiamo preso il gol subito, poi abbiamo dominato la partita, i ragazzi sono stati meravigliosi. È importante per tutta la gente e per tutti i tifosi. Siamo contenti di questo. Spero che in Italia festeggino. Siamo felici” ha dichiarato Mancini quasi in lacrime dopo aver conquistato l’Europeo.

mancini vialli getty
L’abbraccio tra Mancini e Vialli dopo la vittoria dell’Italia agli Europei 2020

Per le strade di tutta Italia, clacson e cori per festeggiare lo storico traguardo: a Napoli caroselli fino a tarda notte e fuochi d’artificio come fosse Capodanno; a Roma Piazza del Popolo si è riempita di bandiere tricolore; a Milano Piazza del Duomo era colma di tifosi, decine di migliaia le persone sotto il monumento simbolo della città. La festa per la nostra nazionale è continuata anche stamattina, quando l’Italia è atterrata a Roma alle 6.06: boato tributato dalle decine di operatori aeroportuali che si sono radunati sotto il velivolo con applausi e cori quando Mancini e Chiellini sono apparsi in cima alle scalette dell’aereo a Fiumicino.

Dopo l’atterraggio all’aeroporto di Fiumicino, la nazionale italiana campione d’Europa è arrivata all’hotel Parco dei Principi, dove è stata attesa da un nutrito gruppo di tifosi. Alle 17 poi gli azzurri sono stati ricevuti al Quirinale dal Presidente Mattarella. “Non abbiamo vinto l’Europeo per un rigore in più, ma per l’amicizia che ci ha legato in questa avventura: abbiamo tifato Matteo Berrettini, ci siamo sacrificati e aiutati. Ci siamo sentiti fratelli d’Italia, rispondendo a quanto ci aveva chiamato il nostro Paese” ha detto il capitano della nazionale Giorgio Chiellini, che ha concluso dedicando questa vittoria a Davide Astori, ex compagno di Nazionale, prematuramente scomparso 3 anni fa.