“La vocazione globale del pensiero di Giovanni Falcone: la proiezione internazionale della lotta alla mafia”.

mafia italia america latina strage di capaci falcone borsellino

Questo il titolo della sessione che il Ministero degli Affari Esteri dedica alla diplomazia giuridica e in particolare al Programma Falcone-Borsellino, che sarà protagonista oggi della commemorazione per il 30° anniversario della Strage di Capaci, in cui il giudice antimafia Giovanni Falcone e gli agenti della sua scorta persero la vita per mano mafiosa.

Il Programma Falcone-Borsellino, finanziato attraverso il Decreto Missioni del Ministero degli Affari Esteri, è stato affidato, per la sua esecuzione alla Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana (IILA).

Si tratta di una iniziativa multidimensionale che declina la metodologia italiana di assistenza tecnica in materia di Giustizia e Sicurezza e integra un esempio di attività di cooperazione realizzata attraverso il coordinamento inter-istituzionale del MAECI, dell’IILA, del Ministero dell’Interno, del Ministero di Giustizia, della Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo (DNA), della Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) e della Consip.

Giovanni Falcone

La sessione organizzata dalla Farnesina si terrà dopo il discorso del Presidente della Repubblica a Palermo. Le autorità italiane e gli ospiti internazionali si recheranno nella struttura della Chiesa dello Spasimo, attigua alla Piazza, ove verrà allestita anche un’esposizione di opere d’arte dedicate alla memoria delle vittime della mafia.

Dalle ore 12.00 alle ore 14.00, la celebrazione del trentennale ospiterà un dialogo politico di alto livello sul rilievo e sulle prospettive delle attività di diplomazia giuridica ed assistenza tecnica antimafia italiane. Al centro del dibattito la Fase II del Programma Falcone-Borsellino. Una Fase II che ha come obiettivo quello di dare continuità ai processi di assistenza tecnica avviati nella Fase I.

All’evento prenderanno parte: la Presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone; Marta Cartabia, Ministra della Giustizia; Luigi Di Maio, Ministro degli Affari Esteri; Cecilia Perez Rivas, Ministra alla Sicurezza del Paraguay; Luciana Lamorgese, Ministra dell’Interno; Anibal Fernandez, Ministro per la Sicurezza per l’Argentina; Juan Manuel Pino, Ministro della Sicurezza del Panama; e Guillermo Lasso, Presidente della Repubblica dell’Ecuador.

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Il dialogo con i paesi dell’America Latina e dei Caraibi ha inoltre delineato la necessità di un approfondimento ulteriore su tematiche specifiche di interesse. Si apriranno quindi due nuove istanze di formazione tecnica sulle forme di manifestazione della corruzione e sulla natura del crimine organizzato transnazionale, la cui costante evoluzione implica un maggiore sforzo collettivo per una migliore comprensione del fenomeno con il fine di dare vita ad una maggiore cooperazione tecnica a livello internazionale tra istituzioni competenti e rafforzare la loro capacità di prevenzione e segnalazione di eventi criminali.

Le assistenze tecniche in fase di esecuzione interessano i seguenti Paesi: Colombia, Costa Rica, Guatemala, Messico, Panama, Paraguay, Repubblica Dominicana.