Il 12 giugno, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio è partito alla volta dell’Africa, per una missione in Somalia, Etiopia e Kenya.

Il ministro Di Maio con il Presidente somalo Mohamud
Il ministro Di Maio con il Presidente somalo Mohamud

Come scrive la Farnesina, “la visita, che fa seguito a quelle effettuate nelle scorse settimane dal ministro Di Maio in Angola, Repubblica del Congo e Mozambico, conferma l’attenzione che l’Italia riserva al continente africano, e in particolare al Corno d’Africa.” Zone che si collocano al centro dell’agenda internazionale italiana, come dimostrano le 23 visite effettuate da Di Maio in Africa, e quelle ancora più numerose della Viceministra Marina Sereni.

In una lettera al quotidiano Avvenire, il ministro approfondisce la questione, spiegando che la sua missione in Africa orientale “intende rinnovare il contributo concreto che il nostro paese vuole offrire alla stabilità di un’area ricca di opportunità, ma caratterizzata da tensioni che ne frenano il potenziale di crescita e progresso”.

Di Maio con il ministro degli esteri etiope Mekonnen
Di Maio con il ministro degli esteri etiope Mekonnen

La prima tappa di Di Maio è stata la Somalia, dove erano 10 anni che non si registrava una visita di un ministro degli Esteri italiano. Il ministro ha salutato il Contingente italiano/EUTM-S, incontrato i rappresentanti della comunità italiana e italofona ed è stato ricevuto dal neopresidente della Repubblica Hassan Sheikh Mohamud

La Somalia, che vive da anni una situazione di estrema fragilità delle istituzioni e di insicurezza e violenze, legate alla presenza radicata del gruppo terrorista Al-Shebaab, ha infatti di recente portato a termine, dopo lunghi rinvii, le elezioni presidenziali. Hassan Sheikh Mohamud ha battuto il presidente uscente, Mohamed Abdullahi Mohamed detto Farmajo.

Giunto successivamente ad Addis Abeba, il ministro ha incontrato la Presidente della Repubblica Sahle Work Zewde, il Primo Ministro Abiy Ahmed, e il Vice Primo Ministro e Ministro degli Esteri Demeke Mekonnen. Nel corso della missione si è tenuto anche un incontro con i rappresentanti della comunità d’affari italiana in Etiopia.

Di Maio con la ministra degli esteri kenyana Omamo
Di Maio con la ministra degli esteri kenyana Omamo

L’Italia vanta con l’Etiopia relazioni bilaterali storiche e intense e una tradizionale collaborazione in ambito culturale ed economico-commerciale. L’Etiopia rappresenta uno dei paesi prioritari per la cooperazione italiana.

Nei giorni successivi, la missione è arrivata in Kenya, dove Di Maio ha incontrato il Presidente Uhuru Kenyatta e la Ministra degli Esteri, Raychelle Omamo, con cui ha discusso i più rilevanti dossier bilaterali, regionali e multilaterali.

Infine, il ministro si è recato in visita nella località di Konza, dove ha visitato la nascente ‘Smart City’, alla cui costruzione il settore privato italiano sta partecipando in modo rilevante.