A meno di una settimana dalla conclusione della terza conferenza ministeriale Italia-Africa e della Italia Africa Business Week, entrambe tenutesi a Roma, il continente rimane al centro del dibattito tra istituzioni e operatori economici.  

Il Global Business Forum Africa al Padiglione Italia, Expo 2020 Dubai
L’evento introduttivo del Global Business Forum Africa al Padiglione Italia

Il 13 e 14 ottobre, negli spazi di Expo 2020 Dubai, si è svolto il sesto Global Business Forum Africa, incentrato su nuovi modelli di cooperazione nello sfruttamento delle risorse energetiche, nelle infrastrutture e nella trasformazione digitale. Expo presenta un’occasione unica di dialogo con l’Africa, dato che, per la prima volta ad una Esposizione Universale, tutti i paesi del continente sono presenti con il proprio padiglione, a cui si unisce lo spazio espositivo dell’Unione Africana. 

Il Global Business Forum Africa è stato introdotto il 12 ottobre dall’High Level Meeting “New Frontiers of Energy, Infrastructures and Digital Transformation in Africa”, tenutosi presso il Padiglione Italia. Promosso da Confindustria con ICE e Camera di Commercio di Dubai, l’evento ha approfondito il quadro delle opportunità di sviluppo in Africa, sottolineando la possibilità per le aziende italiane e i partner degli Emirati nel giocare un ruolo di primo piano nella promozione di modelli imprenditoriali di sviluppo in ogni Paese africano emergente, condividendo i vantaggi delle nuove tecnologie e dei nuovi approcci per generare valore economico. 

Massimo Dal Checco, Presidente di Confindustria Assafrica e Mediterraneo a Expo 2020 Dubai
Massimo Dal Checco, Presidente di Confindustria Assafrica e Mediterraneo, al Global Business Forum Africa

Al confronto hanno preso parte i rappresentanti delle istituzioni e delle principali aziende italiane del settore energetico e delle comunicazioni. Fra i relatori, Fabrizio Botta, direttore Global Sales & Strategy di Saipem; Alberto Piatti, responsabile per lo Sviluppo Sostenibile nella Direzione Generale Natural Resources di Eni, Elisabetta Romano, Amministratrice Delegata di Sparkle, e Massimo Dal Checco, Presidente di Confindustria Assafrica e Mediterraneo.  

Per la ripresa delle nostre economie è necessario promuovere una cooperazione rafforzata, con una integrazione intelligente di Mediterraneo, Medio Oriente e Africa. La regione euro-mediterranea-africana ha bisogno di costruire una strategia di sviluppo basata sulla promozione di economie locali e regionali che possano essere i motori di una crescita sostenuta e sostenibile,” ha detto Barbara Beltrame, Vice Presidente di Confindustria per l’Internazionalizzazione.  

Parlando di digitalizzazione, in un Continente dove tutti hanno un cellulare, anche nella parte più remota di esso, l’implementazione delle tecnologie digitali può avere un impatto decisivo nel processo di sviluppo” ha detto Massimo Dal Checco.

Elisabetta Romano, amministratrice delegata di Sparkle al Global Business Forum Africa a Expo 2020 Dubai
Elisabetta Romano, amministratrice delegata di Sparkle, al Global Business Forum Africa

“Con le nuove tecnologie potremmo ridurre costi, barriere linguistiche, migliorare trasporti e sistemi logistici. La trasformazione digitale dovrebbe essere posizionata tra le massime priorità dell’Agenda 2063 dell’Unione Africana”. 

A tale riguardo Elisabetta Romano, vicepresidente di Assafrica e amministratrice delegata di Sparkle, l’operatore globale del gruppo TIM, ha presentato i primi risultati di una ricerca sull’impatto della banda larga e dell’ICT sullo sviluppo economico del continente africano. Come ha spiegato Romano, le infrastrutture digitali, oltre a essere un volano per lo sviluppo economico sostenibile e a trainare la crescita e l’occupazione, rappresentano anche un’opportunità di collaborazioni strategiche internazionali.