dante nel mondo

Il settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri diviene occasione per celebrare l’opera del Sommo Poeta in tutto il mondo. Il 17 di marzo, nel giorno del 160° anniversario dell’Italia unita, si è tenuta in diretta streaming dalla Farnesina la conferenza stampa di presentazione di Dante 700 nel mondo, l’iniziativa organizzata dal Ministero degli Esteri per celebrare l’anniversario dantesco. Alla conferenza hanno preso parte il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il Presidente della Società Dante Alighieri Andrea Riccardi, il Presidente dell’Accademia della Crusca Claudio Marazzini e diversi altri illustri ospiti.

Il programma delle celebrazioni, che vedranno coinvolte le Rappresentanze diplomatiche, gli Istituti Italiani di Cultura e le comunità italiane all’estero prende il via il 25 marzo, con il Dantedì, e include mostre, seminari, concerti ed esperienze storiche immersive che si terranno in tutti i cinque continenti. Le celebrazioni si chiuderanno a ottobre con la XXI Settimana della Lingua Italiana nel mondo (18-24 ottobre), intitolata quest’anno “Dante, l’italiano”, in onore del Poeta.

dante3

L’anniversario è fondamentale sia per la storia sia per l’eredità culturale del nostro paese”, ha affermato il Ministro Di Maio, sottolineando come esso giunga in un anno complesso, che ci ha costretti a ripensare il modo in cui ci rapportiamo all’altro e il modo di fare cultura. Una sfida che ha richiesto creatività nell’utilizzare le nuove tecnologie digitali, che a loro volta hanno permesso di sviluppare nuove forme di fruizione della cultura, permettendo a un pubblico più ampio e variegato di accedere a eventi di varia natura.

Questi nuovi sviluppi rimarranno anche dopo la crisi, cambiando soprattutto la promozione della cultura e la formazione. Sono tanti infatti gli eventi culturali organizzati quest’anno dal Ministero e dagli Istituti di Cultura in forma digitale.

In vista dell’inizio delle celebrazioni, il Centro per il libro e la lettura (Cepell), in collaborazione con il Ministero degli Esteri, il Ministero della Cultura, la Fondazione Corriere della Sera e “La Lettura”, ha organizzato una staffetta letteraria digitale dal nome Dante nel Mondo. La staffetta si terrà tra domenica 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia, e giovedì 25 marzo, il primo Dantedì, e prevede dodici eventi in dodici città di tutto il mondo mondo, presso le sedi degli Istituti Italiani di Cultura di Berlino, Monaco, Londra, Madrid, Rabat, Tunisi, Mosca, Varsavia, Istanbul, Parigi, Rio de Janeiro e San Francisco.

La staffetta include letture, performance, commenti e analisi di passi della Commedia che saranno letti o interpretati da attori e figure di spicco locali. Al centro della lettura di domenica 21 a Berlino ci sarà Beatrice, la musa (L’ammiraglio Beatrice; letture dal Paradiso e dal Purgatorio); a Madrid sarà approfondito il tema Gli abbracci di Dante nella Commedia, quelli negati, attesi, realizzati o mai compiuti, ognuno con il proprio significato; a Istanbul la letteratura incontrerà la musica in Dante700. In Jazz@Istanbul, una lettura dall’Inferno con concerto jazz e musiche originali; e via dicendo. L’opera dantesca diviene quindi un ponte tra luoghi, culture e lingue diverse.