In Calabria è stato presentato ieri, 29 giugno, “Italy Muslim Friendly”, il progetto sperimentale di incoming per il turismo musulmano e l’export di prodotti agroalimentari sui mercati arabi. L’iniziativa si è svolta nella Cittadella “Jole Santelli” di Catanzaro ed è stata presieduta dall’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, alla presenza delle associazioni agricole, dei Gruppi di azione locale (Gal) e dei consorzi agricoli calabresi.  

Calabria
Conferenza stampa di Gianluca Gallo, assessore regionale all’Agricoltura, e Fausto Orsomarso, assessore regionale all’Internazionalizzazione per il progetto “Italy Muslim Friendly”

“Italy Muslim Friendly” è un percorso di ricerca scientifica sull’Internazionalizzazione delle imprese calabresi nei mercati arabi-musulmani: un percorso di collaborazione che prevede attività di studio e ricerca, formazione, tirocini per giovani laureati calabresi e affiancamento alle tante imprese calabresi che hanno la necessità di internazionalizzarsi e interagire con i mercati internazionali. L’obiettivo è uno studio strategico per le imprese attive in Calabria nel settore dell’agroalimentare e del turismo.

rs 192 italpress regioni 20210629 0007
Lancio del progetto Italy Muslim Friendly”, 29 giugno, Calabria

“Cominciamo a muovere i primi passi – ha dichiarato l’assessore Gallo – anche sulle azioni di internazionalizzazione. Ci siamo guardati attorno, dopo aver insistito molto sul mercato interno, per verificare le possibilità per i nostri prodotti, soprattutto quelli di qualità, di avere anche altri mercati di riferimento, come il Medio Oriente e tutti quei Paesi che sono in grande sviluppo”.

peppino de rose
Peppino De Rose, esperto di politiche europee e professore universitario in Impresa turistica e Mercati internazionali, collaboratore del progetto “Italy Muslim Friendly”

L’incidenza della Calabria sull’export nazionale, prima della pandemia, era solo dello 0,1%. “[…] Bisogna avere un approccio diverso sul mercato internazionale. […] Con questo progetto ci proponiamo di aiutare le imprese nello studio dei mercati globali e di elevare le loro competenze, perché andare sui mercati esteri non può essere frutto di improvvisazione” ha spiegato il docente Peppino De Rose, esperto di politiche europee e professore universitario in Impresa turistica e Mercati internazionali, che collabora al progetto e presente al lancio dell’iniziativa.

download 10
Bruno Calvetta, segretario generale delle Camere di commercio di Catanzaro e Vibo Valentia

Nei Paesi arabo-musulmani ci sono protocolli specifici, talvolta rigidi, a cui è necessario adeguarsi, per cui il coinvolgimento dei Gal, che conoscono i territori e le aziende della Calabria, è fondamentale: collaborare è necessario per un percorso di sviluppo e crescita. “Le Camere di commercio hanno come mission di stare al fianco delle imprese, affinché possano crescere. E io sono qui per ribadire che gli enti camerali di Vibo e Catanzaro saranno al fianco di questo progetto di ricerca e formazione” ha detto, in un intervento in occasione dell’evento, Bruno Calvetta, segretario generale delle Camere di commercio di Catanzaro e Vibo Valentia.