Uno degli hub energetici più grandi e più avanzati d’Europa nascerà a Ravenna, a 20 km dalla costa. Si chiama Agnes (Adriatic Green Network of Energy Sources) ed è il primo impianto al mondo dove eolico offshore e fotovoltaico galleggiante produrranno energia elettrica in maniera integrata e saranno contemporaneamente in grado di generare idrogeno verde tramite elettrolisi.

Hub
Pale eoliche a largo della costa di Ravenna

L’ambizioso piano è frutto della partnership tra Saipem e Quint’x – azienda italiana specializzata da più di 20 anni nelle energie rinnovabili – e prevede investimenti superiori al miliardo di euro con l’obiettivo di raggiungere una potenza istallata complessiva di 620 MW, a cui si aggiungeranno ben 4 mila tonnellate di idrogeno prodotto ogni anno. Il distretto energetico totalmente green sarà in grado di produrre 1.5 TWh di energia, abbastanza da soddisfare il fabbisogno di 500 mila famiglie.

In linea con gli obiettivi europei, nazionali e regionali di decarbonizzazione, si assisterà alla creazione di uno dei più grandi parchi eolici del Mediterraneo, con 65 turbine dalla capacità di 520 MW, aerogeneratori a elevata efficienza in cima a fondazioni fisse sul fondo del mare e altri 100 MW di pannelli fotovoltaici galleggianti costruiti con la tecnologia e l’esperienza di Moss Maritime, azienda norvegese specializzata nella progettazione di infrastrutture offshore e floating.

1517665816874
Francesco Balestrino, Renewable and Green Technologies Product Manager di Saipem

“Il progetto è unico al mondo per taglia e per integrazione di diversi tipi di tecnologia. […] oltre l’energia prodotta ci sarà anche la possibilità di mettere a sistema le competenze presenti sul territorio con l’obiettivo di creare una filiera italiana che sia di supporto allo sviluppo di questa tipologia di progetti” ha affermato Francesco Balestrino, Renewable and Green Technologies Product Manager di Saipem, ricordando come l’azienda stia da tempo cercando il proprio ruolo sempre più da protagonista nel settore delle energie rinnovabili.

1609856269592
Alberto Bernabini, Ceo di Quint’x

Ci sono tutte le condizioni perché l’hub di Ravenna diventi un’operazione strategica per l’Emilia-Romagna e per il Paese intero. È ben noto, infatti, il background industriale della città, soprattutto nei settori navale e petrolifero, che negli ultimi anni hanno subito flessioni significative. “Oggi Ravenna ha la possibilità di avviare una nuova leadership nel settore delle rinnovabili, sfruttando le risorse presenti nel mare davanti alle sue coste per combattere il cambiamento climatico”, ha dichiarato Alberto Bernabini, Ceo di Quint’x.